mercoledì , 21 febbraio 2018

LA RAGGI A TOR PAGNOTTA INCONTRA E ASCOLTA I DIPENDENTI ATAC

RAGGI ATAC

“Siamo a Tor Pagnotta, a sud di Roma, dove ho incontrato i dipendenti del deposito Atac e delle officine per la manutenzione dei filobus che oggi circolano sulla Nomentana. È stata una visita a sorpresa, effettuata la settimana scorsa insieme all’assessora alla Città in movimento Linda Meleo e al presidente della commissione Mobilità, Enrico Stefàno. Abbiamo ascoltato i bisogni e le proposte di chi ogni giorno si impegna per garantire ai cittadini il servizio di trasporto pubblico e di chi si prende cura dei mezzi che percorrono le nostre strade. Un lavoro difficile e che quotidianamente viene compiuto con serietà e sacrificio. La visita ha rappresentato un’occasione per ringraziarli personalmente dell’attività che svolgono tutti i giorni per Roma”, queste le parole postate su Facebook dal sindaco di Roma Virginia Raggi.

“È stato anche un confronto utile per ribadire la scelta del percorso intrapreso per risanare Atac: l’azienda deve rimanere pubblica, a nostro avviso non ci sono alternative e tutti dobbiamo lavorare per questo obiettivo. Per rilanciare Atac il rinnovo del parco mezzi è fondamentale e la nostra Amministrazione ha fatto la sua parte approvando un finanziamento importante di 167 milioni in tre anni per acquistare 600 nuovi bus – si legge nel post – Il deposito degli autobus e le officine, inoltre, sono a due passi dai cantieri del nuovo Corridoio della mobilità Eur-Tor Pagnotta, un’infrastruttura rimasta ferma per oltre dieci anni e che noi apriremo entro il prossimo autunno: qui finalmente viaggeranno i filobus che nel tempo sono diventati simbolo di spreco e malaffare, acquistati con soldi pubblici ma mai utilizzati, che noi abbiamo rimesso su strada. Oggi sono sulla Nomentana, ma entro l’anno circoleranno nel quadrante sud di Roma e inizieranno a svolgere il compito cui erano destinati, migliorando i collegamenti con questa parte della città”.

Commenti

commenti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*