martedì , 12 dicembre 2017

VILLA GORDIANI OCCUPATA DAI CLOCHARD, CHIESTO L’INTERVENTO DEL CAMPIDOGLIO

????? ???????, ???? ? ????

“Villa Gordiani consta di circa 13 ettari e vede la presenza di un presidio di operatori impegnati su manutenzione e pulizia. Ci sono criticità a causa di una scarsità di attrezzature del servizio verde. Ieri il parco era sfalciato e ripulito, è quanto ho verificato in un sopralluogo: è stato effettuato quanto avevamo programmato. La potatura delle essenze arboree, nonostante la carenza di mezzi e fondi, è stata fatta nel tempo debito e non ci sono condizioni che richiedono ulteriori interventi. Alcuni mesi fa abbiamo recuperato 9 milioni di euro delle gare europee e finalmente la presidenza del consiglio ha erogato i fondi per effettuare questi interventi. Resta da fare la potatura delle siepi che è in programma. Le attività di pulizia sono puntualmente eseguite. Ci sono criticità per la presenza di persone senza fissa dimora e di persone legate a fenomeni di marginalità sociale che usano in maniera impropria alcuni spazi del parco, ma il controllo dei servizio giardini sta operando perché i parchi non diventino luoghi inopportuni. In linea generale sulle aree verdi stiamo facendo il piano di manutenzione che si sta attuando come previsto, con interventi puntuali degli sfalci: questo per quanto riguarda la manutenzione ordinaria. Per la manutenzione straordinaria, interverremo in modo specifico quando avremo a disposizione i 9 milioni di euro. In ogni caso a Villa Gordiani la potatura degli alberi è già stata effettuata a tempo debito”.

Lo ha detto l’assessore all’ambiente di Roma, Pinuccia Montanari, rispondendo nel corso del question time in aula Giulio Cesare a un’interrogazione sulle condizioni di Villa Gordiani, del consigliere di Fratelli d’Italia, Andrea De Priamo che ha chiesto “che cosa si intende fare per Villa Gordiani e per le aree verdi della Capitale in generale, soprattutto sui temi della derattizzazione e delle disinfestazioni, in generale”.

Commenti

commenti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*