martedì , 12 dicembre 2017

SCUOLE ROMANE AL FREDDO: L’APPELLO DI MUSSOLINI E DE PRIAMO PER RISCALDARLE IL POMERIGGIO

scuole-fredde

Molte scuole sono troppo fredde soprattutto nel pomeriggio, si sarebbe potuto prorogare l’orario di spegnimento degli impianti di riscaldamento. Il provvedimento a firma del sindaco Raggi prevede i termosifoni accesi per solo due ore consecutive al giorno la mattina dalle 07:00 alle 09:00 in tutti gli istituti della città, ciò non può garantire un ambiente salubre per gli studenti. Già dalla scorsa settimana molti genitori ci hanno segnalato il problema aule fredde soprattutto nel pomeriggio. La normativa vigente avrebbe permesso di accendere i termosifoni nelle scuole anche nelle ore pomeridiane visto che Roma rientra nella Fascia D per cui i termosifoni possono essere accesi dal 01/11 al 15/04 massimo per 12 ore al giorno. La scelta ideologica che è stata fatta da questa Amministrazione a nostro avviso è errata perché non punta chiaramente al bene e alla salubrità degli ambienti scolastici e dei loro fruitori. Per legge non è possibile superare i 20 gradi centigradi, ma sono previsti due gradi di tolleranza all’interno delle scuole e degli uffici. Quindi un provvedimento del genere è completamente errato, visto l’abbassamento importante delle temperature negli ultimi giorni”. E’ quanto dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di Fdi-An, Andrea De Priamo vicepresidente dell’Assemblea Capitolina e consigliere comunale e Rachele Mussolini consigliere comunale.

Commenti

commenti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*