lunedì , 20 novembre 2017

AL VIA IL BANDO REGIONALE “SAPERE I SAPORI” PER EDUCARE I GIOVANI AL CIBO SANO

Logo_Sapere_i_Sapori

Al via il nuovo bando “Sapere i Sapori”, progetto regionale di comunicazione e di educazione alimentare rivolto agli studenti degli istituti scolastici della scuola primaria, media inferiore e del primo biennio degli istituti di istruzione superiore e degli Enti di formazione accreditati dalla Regione. L’avviso per l’anno scolastico 2017 – 2018, è stato presentato stamane dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, dall’assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca, Carlo Hausmann, e dall’amministratore unico di Arsial, Antonio Rosati, presso l’Istituto Comprensivo Ada Tagliacozzo di Via Carlo Emilio Gadda. Il finanziamento pubblico complessivo per l’anno scolastico 2017/2018 è di 450.000 euro, 50.000 euro in più rispetto a quello dell’anno scorso, ripartito proporzionalmente rispetto all’intensità demografica: 60% alla provincia di Roma (240.000 euro) e 40% alle altre province (160.000 euro di cui 62.400 euro a Latina (39%); 51.200 euro a Frosinone (32%); 30.400 euro a Viterbo (19%); 16.000 euro a Rieti (10%). In base a quanto emerso durante la presentazione, a ciascun istituto è assegnato un contributo massimo di 2.500 euro, mentre una quota del finanziamento anche quest’anno sarà riservata alle scuole che si trovano all’interno dei territori colpiti dal terremoto. Obiettivi principali del bando sono quelli di fornire agli insegnanti delle scuole gli strumenti indispensabili per realizzare progetti e interventi di sensibilizzazione e formazione sui corretti stili di vita e sulle scelte alimentari consapevoli e responsabili da parte delle giovani generazioni, con particolar riguardo alle produzioni tipiche del Lazio. I progetti di partecipazione al bando presentati dagli istituti scolastici potranno prevedere il coinvolgimento di studenti, professori e famiglie per la realizzazione di: orti didattici; lezioni sullacorretta alimentazione, sulla stagionalità dei prodotti, su disturbi e abusi alimentari, sulla lotta agli sprechi, sulle eccellenze del territorio; e inoltre laboratori sensoriali, degustazioni, visite a fattorie didattiche, aziende di trasformazione e a istituti di ricerca del settore alimentare. Tra i contenuti innovativi di questa edizione del programma regionale di educazione alimentare, un ruolo particolare sarà assegnato ai prodotti freschi, ortaggi, frutta e latte. In questo ambito il programma sarà integrato dai contenuti della campagna della filiera latte del Lazio, che vede la partecipazione degli allevatori, dei trasformatori e dei distributori di latte di qualità. In base a quanto riferisce la Regione Lazio, l’anno scorso il progetto Sapere i Sapori ha coinvolto 148 istituti per un totale di 27.881 studenti partecipanti. Le domande di partecipazione ricevute da tutto il Lazio sono state 350. A questi numeri si aggiunge il sostegno della Regione a 4 progetti presentati dalle scuole dei Comuni colpiti dal sisma: Amatrice, Antrodoco, Cantalice e Leonessa, che hanno coinvolto circa 820 bambini. Il nuovo bando è presente sul sito della Regione Lazio e di Arsial.

Commenti

commenti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*