mercoledì , 22 novembre 2017

LA SS LAZIO E LA TIFOSERIA SONO CONTRARI A OGNI FORMA RAZZISMO, OGGI L’OMAGGIO IN SINAGOGA

Il presidente della Lazio Claudio Lotito (Foto Omniroma)

[divider]

“Oggi siamo qui per testimoniare ancora una volta la nostra dissociazione nei confronti di ogni forma di xenofobia, razzismo e antisemitismo. La società ha messo in campo tutta una serie di azioni volte ad reprimere e prevenire certi fenomeni. La maggior parte della tifoseria della Lazio condivide questa nostra posizione”.
Con queste parole il presidente della Ss Lazio, Claudio Lotito, ha condannato gli episodi di razzismo antisemita verificatisi allo stadio Olimpico domenica scorsa, deponendo una corona di fiori bianco celesti dinanzi alla sinagoga di Roma.
Lotito è giunto accompagnato dal portavoce Arturo Diaconale, dai calciatori Felipe Anderson e Wallace, e dall’ex portiere Angelo Peruzzi.
“Faremo tante altre iniziative – ha poi annunciato Lotito – per reprimere certi episodi e annuncio ufficialmente che la Lazio promuoverà un’iniziativa annuale organizzando per i tifosi della Lazio, per un numero di 200 persone, un viaggio annuale presso Auschwitz, per educarli a non dimenticare i fenomeni.Abbiamo già preso contatti con la comunità ebraica, che oggi non è qui per precedenti impegni presi, e sulla base di questo combatteremo questi fenomeni”.

Infine in riferimento all’episodio specifico, che ha riguardato il ritrovamento di decine di adesivi ritraenti Anna Frank con indosso la maglia della As Roma, presso la curva dello Stadio O Olimpico in cui era stato concesso l’ingresso a un euro in forma promozionale nell’ambito di un’iniziativa antirazzismo “trovo alquanto strano che quanto avvenuto si sia verificato dopo un comunicato della scorsa settimana – ha sottolineato Lotito – in cui i responsabili della tifoseria avevano ordinato che i tifosi non facessero nessuna forma di razzismo nella partita in Francia e a seguito del quale abbiamo avuto anche il plauso delle autorità francesi sul comportamento composto e corretto della tifoseria”.
Domani sera “i giocatori della Lazio entreranno in campo, prima della gara, con una maglia che ritrae l’immagine di Anna Frank” ha riferito il portavoce della squadra biancoceleste Arturo Diaconale a termine della breve ma movimentata visita alla Sinagoga, che dopo le polemiche degli ultimi giorni ha richiamato decine di cronisti.

Commenti

commenti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*