martedì , 12 dicembre 2017

LA PROCURA INDAGA SULLA MORTE IMPROVVISA DI UNA RAGAZZA DI 14 ANNI

procura-repubblica-roma

La procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine a carico di ignoti in relazione alla morte di una quattordicenne, a causa di un aneurisma cerebrale, lo scorso 6 novembre. L’ipotesi di reato per la quale procedono i magistrati è quella di omicidio colposo. Stando a quanto denunciato dai genitori, la giovane si sarebbe sentita male mentre si trovava a scuola. L’adolescente, che frequentava il liceo Orazio, dopo aver accusato un forte malore è stata trasportata presso l’ospedale Sandro Pertini. Nel nosocomio, ha spiegato l’avvocato Giovanni Rombolà – che assiste i genitori della ragazza – la paziente sarebbe stata tenuta in osservazione per un paio d’ore e, solo dopo le insistenze della madre, alla quale sarebbe stato detto che si trattava di stress, è stata sottoposta a Tac. Esame dal quale sarebbe emerso che la quattordicenne avrebbe sofferto un aneurisma. Stando a quanto riferito dal legale, la studentessa sarebbe quindi stata trasferita in ambulanza all’ospedale Bambino Gesù, dove sarebbe arrivata in condizioni critiche. Malgrado i tentativi fatti per salvarla, la vittima è poi deceduta. I risultati dell’autopsia disposta dalla procura saranno consegnati dal medico legale entro 60 giorni. “Siamo in presenza di una tragedia che ha colpito una ragazza assolutamente sana fino a quel momento – ha aggiunto l’avvocato dei familiari della giovane – Lotteremo affinché vengano accertate tutte le responsabilità”.

Commenti

commenti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*